Siete traumatizzati dal parcheggio? Trovare un posto in cui parcheggiare la vostra auto vi angoscia? Niente problemi arriva EasyPark è l’app che segnala i posti liberi per parcheggiare la vostra vettura in modo veloce e pratico e anti stress. In questo modo basta solo raggiungere la posizione indicata e posare l’auto in brevissimo tempo.

Il progetto nasce da una collaborazione tra Easypark, Nedap e WorldSensing che si sono avvicinate verso la parking guidance, mettendo a disposizione un servizio per mostrare, in tempo reale, tutti i posti di parcheggio liberi su strada e nelle aree dedicate alla sosta, evitando ovviamente la sosta selvaggia e il rischio di multe.

Parcheggiare facile grazie ad EasyPark

EasyPark è l’app che segnala i posti liberi per parcheggiare la vettura: riesce a dare indicazioni molto precise all’automobilista per trovare velocemente parcheggio e quindi non occupare le corsie della viabilità per lungo tempo girando senza meta. Infatti questa applicazione servirà anche a ridurre la quantità di veicoli in circolazione e dovrebbe quindi ridurre la congestione del traffico e il conseguente inquinamento.

easypark-app-parcheggio

I dati forniti ci indicano che la ricerca del posto auto incide per il 30% sul traffico cittadino oltre che sullo stress degli automobilisti. Ed è proprio per questa ragione che questa applicazione EasyPark diventa fondamentale. In realtà sarebbe davvero una salvezza per tutti gli automobilisti che ogni giorno lottano per trovare un posto libero per parcheggiare l’auto.

Johan Birgersson, ceo di EasyPark, ha commentato: “Siamo entusiasti delle molte possibilità che quest’innovazione apporta nel nostro rapporto con le città. Migliorare la vita dei cittadini e assicurarsi che la mobilità funzioni in maniera fluida è l’obiettivo prioritario di molte amministrazioni”.

EasyPark aiuta a trovare il parcheggio più vicino

Inoltre Johan Birgersson ha continuato dicendo: “In questa epoca segnata da un aumento esponenziale di dati, lavorare con i nostri apprezzati partner ci permette di utilizzare al meglio importanti informazioni, rendendole disponibili nella nostra interfaccia in tempo reale, quando serve. Possiamo farlo ora, utilizzando i dati per contribuire a cambiare il comportamento dell’automobilista, con l’obiettivo finale di migliorare la mobilità in città”.

LASCIA UN COMMENTO