Arriva la stagione fredda e dobbiamo capire come proteggere la batteria dell’auto dalle temperature basse se non vogliamo ritrovarci con la macchina bloccata a causa proprio della batteria. La batteria dell’auto soffre tanto le temperature rigide e spesso decide di non voler collaborare a far partire la vettura. E di certo, al mattino, quando siete già quasi in ritardo per andare a lavoro, non è la cosa più piacevole che ci possa essere.

Ma cosa provoca il freddo alla batteria? Le basse temperature infatti fanno si che il motore richieda una maggiore quantità di energia per andare in moto poiché l’olio aumenta di viscosità. In più ci sono altri fattori che incidono sulla batteria: nei mesi invernali infatti aumentano i consumi di corrente da parte degli strumenti di bordo come il lunotto termico ad esempio.

Come preservare la durata della batteria in inverno?

I consigli su come proteggere la batteria dell’auto dal freddo sono abbastanza semplici e adatti anche ai meno esperti. Questo perché le batterie moderne richiedono molta meno manutenzione rispetto al passato. Però queste spesso richiedono di essere sostituite anche se riescono ancora ad avviare il motore. Il motivo potrebbe essere l’accensione di alcune spie nel quadro strumenti che indicano cali di tensione al di sotto della soglia minima per il funzionamento dei molteplici dispositivi elettronici. E per questo motivo sarebbe consigliabile sostituire la batteria ogni 4-5 anni.

Sembra scontato dirlo ma, per preservare la durata della batteria bisogna limitare l’uso degli accessori di bordo ad elevato assorbimento di energia. Ma è utilissimo anche tenere sotto controllo il livello di carica con un voltmetro: basta misurare la tensione ai morsetti della batteria a motore spento da almeno un paio d’ore. Se il valore è superiore a 12.6 Volt significa che la batteria è in ottimo stato, tra i 12.4 ed i 12.6 è in discrete condizioni mentre sotto i 12.4 necessita di essere caricata.

Se non volete andare dall’elettrauto per caricare la batteria, lo potete fare anche in casa. Basta procurarsi un moderno caricabatteria che si trova anche nei negozi di bricolage a poco prezzo. Hanno varie protezioni nei circuiti interni e quindi non è necessario staccare i morsetti della batteria in fase di carica.

Attenzione quando sostituite la batteria

Siccome le vetture moderne son sempre più complicate dal punto di vista dell’elettronica, nel caso di sostituzione della batteria si potrebbero riscontrare alcuni problemi. Potrebbe essere richiesto per esempio un reset delle centraline oppure potrebbero esserci dei cali di tensione. Per evitare quindi problemi fastidiosi è meglio rivolgersi ad un elettrauto che saprà mettere mano, in modo competente, sulla batteria e consigliarvi anche il modello migliore per far sì che duri il più possibile senza i rischi dell’inverno.

LASCIA UN COMMENTO